Anna, Francisca, Luca e Remus della classe 3H si sono aggiudicati con il video “Weniger Plastik für die Umwelt”  il primo posto al concorso nazionale del Goethe Institut W wie Wissen al quale la classe ha partecipato durante l’anno scolastico in corso. La classe ha lavorato nella prima parte dell’anno scolastico in piccolo gruppo a tematiche diverse di carattere scientifico, realizzato un copione e girato e montato video di tematiche scientifiche in lingua tedesca. All’interno dei video prodotti, ne sono stati scelti tre: “Weniger Plastik für die Umwelt”,  “Bananen & Physik: Wie aus einem Rutsch Liebe entsteht” e  “Die wahre Entdeckung des archimedischen Prinzips”. I video selezionati hanno partecipato al concorso nazionale. Il video di Anna, Francisca, Luca e Remus è stato apprezzato per il contenuto “innovativo e altamente attuale” oltre che per la realizzazione, come si legge sulla pagina dedicata del Goethe: https://www.goethe.de/ins/it/it/spr/unt/kum/mnt/wwi.html 

In attesa dei festeggiamenti online, cui parteciperanno le classi vincitrici, vi invitiamo a guardare il video e facciamo tanti complimenti ai vincitori! Weiter so!
Di seguito la testimonianza dei vincitori:
Plastik aus Kartoffeln 2.0
Partecipare ai progetti e alle iniziative organizzate dal Goethe Institut è sicuramente uno dei più grandi vantaggi che la nostra scuola ha da offrire e che siamo sempre stati lieti di accogliere. Si tratta di momenti all’interno della vita scolastica che ci hanno permesso di sviluppare competenze non solo linguistiche, ma anche di collaborazione e organizzazione in un gruppo, competenze digitali e trasversali, che ormai sono essenziali nel mondo del lavoro, ma difficili da approfondire durante una classica lezione. Il progetto “W wie Wissen” ci è particolarmente piaciuto perché ci ha dato la possibilità di affrontare, in maniera scherzosa e divertente, un tema che ci sta molto a cuore.
La ricerca di un tema che fosse attuale ed innovativo è stata molto divertente e stimolante e alla fine abbiamo deciso di optare per un esperimento che potesse collegarsi anche al tema del cambiamento climatico, al quale noi teniamo particolarmente. Il nostro video infatti tratta di un particolare materiale plastico completamente biodegradabile ottenibile dall’amido di patate. Questo progetto ha richiesto moltissime ore di lavoro e durante le molte fasi del lavoro siamo stati seguiti ed aiutati dalla professoressa Brambilla, che fin dalla prima ci ha incentivati a produrre video e sviluppare le competenze già menzionate.
Grazie a questo progetto abbiamo potuto approfondire le nostre conoscenze scientifiche e le abbiamo poi unite alla lingua che studiamo ormai da tre anni (o più).
Nonostante il risultato finale ci piacesse molto e fossimo davvero contenti del lavoro realizzato, non avremmo mai pensato di poter vincere ed è stata davvero una bellissima sorpresa scoprire di aver raggiunto questo traguardo.
(Anna Amaglio, Remus Besliu, Luca Gecchele e Francisca Maria Marzocchi)