Si è conclusa la VIII gara nazionale EUSOit 2019. Argomento della prova l’acqua dal punto di vista della Biologia (alghe e fotosintesi), della Chimica (qualità delle acque) e della Fisica (calore latente di vaporizzazione).

Dopo una serrata competizione ed un attento lavoro di correzione da parte delle commissioni la squadra del Copernico ha conseguito la Medaglia d’Argento!

Vivissime congratulazioni a: Alessandro Brugaletta (Biologia), Filippo Vane (Chimica), Federico Grandi (Fisica).

Complimenti anche alle docenti: Anna Camplani, Bruna Raniolo, Maria Paola Rossini ed Enrica Spiller.

Di seguito l’articolo dei tre studenti:

“Dopo un percorso di tre mesi, caratterizzato inizialmente da una fase interna ad ogni istituto che avesse aderito all’iniziativa, nella quale hanno partecipato diciotto ragazzi e ragazze del nostro liceo, e successivamente da un’ulteriore scrematura tramite una prova teorica avvenuta nel mese di gennaio, il 21 febbraio 2019 presso l’università degli studi di Padova hanno partecipato alla prova nazionale dodici squadre provenienti da tutta Italia, tra cui una del Copernico

Quest’ultima è stata una prova di tipo sperimentale della durata di quattro ore e quarantacinque minuti, nella quale ogni membro della squadra (un biologo, un chimico e un fisico) ha dovuto effettuare esperimenti inerenti ad un tema comune: l’acqua.

Secondo noi è stata un’esperienza completamente positiva, infatti ci siamo potuti approcciare per la prima volta ad un’esperienza di laboratorio non limitata dai cinquantacinque minuti tipici di una lezione scolastica; inoltre abbiamo potuto conoscere, seppur per pochi giorni, l’orizzonte universitario che presto ci toccherà, relazionandoci anche con studenti dell’Università di Padova.

Ci teniamo quindi a dire che, nonostante ci siamo fermati alla fase nazionale rientrando nella fascia d’argento senza poter quindi andare alla fase Europea delle EUSO 2019, lo consideriamo un ottimo risultato, essendo il primo anno in cui il nostro liceo ha partecipato a questa iniziativa, e sproniamo tutti i ragazzi e tutte le ragazze che l’anno prossimo si troveranno in terza a partecipare alle EUSO 2020, se saranno riproposte all’interno del Liceo.”

Brugaletta Alessandro, Grandi Federico, Vane Filippo

E un commento della docente accompagnatrice: la prof.ssa Bruna Raniolo:

“Le gare Euso hanno la particolarità di essere interdisciplinari, sia perché la squadra è composta da tre “specialisti”, sia per tema che è stato oggetto della prova finale: lo studio di alcune proprietà dell’ambiente acqua.

I nostri ragazzi hanno mostrato di possedere, in campo scientifico, delle competenze che hanno permesso di portare a termine consegne sperimentali non banali in un contesto nuovo e senza una preparazione ad hoc. Ricordo che la gara prevede tre fasce di merito, che si riferiscono alla percentuale raggiunta, e i nostri hanno conseguito la medaglia d’ argento (percentuale tra il 75% e 90%). Davvero un bel risultato per una gara a cui il Copernico partecipa per la prima volta!

Molto stimolante e costruttivo è stato il dopo-gara per lo scambio di idee tra i membri della squadra e tra gli studenti degli altri gruppi che hanno avuto modo di percepire sia gli aspetti vincenti sia le criticità del proprio lavoro. Anche per i docenti le varie fasi delle gare Euso sono state ricche di spunti per attività sperimentali spendibili successivamente.

In conclusione una bella esperienza da ripetere!”

Bruna Raniolo